Pubblicato da: eracleamare | luglio 26, 2007

La Regata Storica: 2 settembre 2007

Regata Storica: 2 settembre 2007

  • Il corteo in Canal Grande

L’acqua è l’elemento che maggiormente caratterizza Venezia e non è certamente un caso che la festa più conosciuta e spettacolare della città si svolga proprio sulle acque del Canal Grande.

  • Una città a remi

Venezia era – ed è ancora – una città in cui le principali vie di comunicazione erano i canali, e il traffico si muoveva a bordo di imbarcazioni.

Lo spostamento a remi è quindi un sistema di locomozione antichissimo che sopravvive a tutt’oggi. Secoli addietro, la voga costituiva l’addestramento ideale per i marinai impegnati nella flotta militare e civile veneziana, ed era un sapere indispensabile per ogni cittadino.

Tutti i palazzi patrizi avevano un ingresso che si apriva sulla via ed un altro, ben più importante e fastoso, sul canale. Qui attraccavano le gondole per portare in giro i proprietari o i loro ospiti.

  • La voga alla veneta

Per muoversi con barche e navi i veneziani sono diventati provetti navigatori e vogatori, maestri nel conoscere e sfruttare brezze, correnti e maree.

L’ambiente ha condizionato il tipo di voga. I fondali poco profondi hanno portato all’uso di imbarcazioni con fondo piatto, senza chiglia. L’esigenza di avere la massima visibilità per poter individuare i fondali migliori ha imposto la caratteristica voga in piedi. La necessità di vogare con un solo remo per gli stretti canali cittadini ha spinto alla creazione di barche asimmetriche. Il bisogno di muovere liberamente il remo per spingersi sui fondali bassi o per scivolare negli stretti canali ha determinato la nascita di uno scalmo aperto, la forcola. Per le stesse ragioni si è rinunciato al timone, sostituito dal remo.

  • I gondolieri

Prima di diventare una categoria esclusivamente dedita al turismo, i gondolieri sono stati l’anima portante della città in veste di chauffeur a remi.

A servizio stabile di una famiglia patrizia oppure adibiti al servizio pubbico, erano a disposizione di chiunque per raggiungere un qualsiasi punto della città o della laguna.

Questa categoria, destinata a diventare il simbolo stesso della città, ha costituito per secoli il serbatoio per le spettacolari regate, disfide a remi che sempre più spesso venivano organizzate in città.

  • Il corteo Storico e altre imbarcazioni

La Regata storica è ancor oggi uno dei momenti più spettacolari, pittoreschi e coinvolgenti della vita cittadina, in grado nello stesso tempo di incantare i turisti e di eccitare e appassionare i locali.

Un corteo storico – una sfilata di imbarcazioni tipiche cinquecentesche, con in testa il caratteristico Bucintoro, la barca di rappresentanza della Serenissima – rievoca l’accoglienza riservata nel 1489 a Caterina Cornaro, sposa del Re di Cipro, che ha rinunciato al trono a favore di Venezia.

Segue la competizione vera e propria, a cui gli spettatori partecipano appassionatamente con grida di incoraggiamento rivolte ai propri beniamini.

  • La nascita della regata

La regata, la più veneziana tra le competizioni, da sempre ha coinvolto cittadini e forestieri.

Se le testimonianze storiche più antiche sono legate alla festa delle Marie e le prime notizie risalgono dalla seconda metà del XIII secolo, è probabile che questa spettacolare gara fosse già allora una usuale competizione popolare, perché Venezia era essenzialmente una città proiettata verso il mare, e addestrare uomini al remo era necessità primaria.

L’etimologia del termine regata è incerta. Chi la vuole far derivare da riga (‘linea’), chi da aurigare (‘gareggiare’), chi da ramigium (‘remeggio’). Sta di fatto che il termine veneziano regata è entrato nelle principali lingue europee ad indicare una competizione agonistica su barche.

Nel Rinascimento le regate furono organizzate prevalentemente dalle Compagnie della Calza (associazioni di giovani patrizi), ma dalla metà del secolo XVI la gestione fu affidata a nobili scelti dal Governo, che presero il nome di direttori di regata.

  • La storia

Benché le prime notizie sulla regata risalgano alla seconda metà del XIII secolo, è probabile che questa spettacolare gara fosse già allora una usuale competizione popolare, perché Venezia era una città proiettata verso il mare, e addestrare uomini al remo era quindi necessità primaria

  • La Regata oggi

Assiepati lungo le rive, oppure ospitati nelle tribune galleggianti o nelle imbarcazioni ormeggiate lungo il Canale, gli spettatori seguono le gare, facendo un tifo appassionato, mentre le imbarcazioni multicolori sfilano velocemente.

  • Le varie gare

Sono diverse le gare che si svolgono nell’ambito della Regata Storica: la regata dei campioni su gondolini, la regata su caorline, la regata delle donne su mascarete, la regata dei giovani su pupparini.

  • Le barche

Alla Regata Storica partecipano imbarcazioni di vario tipo: il gondolino, la caorlina, la mascareta, il pupparin, e, naturalmente, la gondola, la barca veneziana per antonomasia.

Per informazioni hotel a Eraclea e Caorle:
www.eraclea.us info@eraclea.us
Via Dancalia, n° 34 – 30020 Eraclea (VE)
Tel. 0421.66033 – Fax 0421.66348

Per informazioni Appartamenti a Eraclea e Caorle:
www.eraclea.us info@eraclea.us
Via Dancalia, n° 34 – 30020 Eraclea (VE)
Tel. 0421.66033 – Fax 0421.66348

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: